Aumentare la fertilità maschile Come fare

Quando una coppia ha problemi nel concepimento l’attenzione di solito è concentrata sulla donna. Ma la fertilità maschile è altrettanto importante e può essere migliorata modificando lo stile di vita. Dovresti sapere che nel 30-50% dei casi è coinvolta l’infertilità maschile e fino al 25% dei casi di infertilità è inspiegabile. Tuttavia, la fertilità maschile può essere un fattore determinante e può essere utile conoscere alcuni consigli per migliorarla.

L’infertilità maschile è correlata allo sperma?

I problemi dello sperma sono un fattore per 1 coppia su 3 che ha problemi a concepire e in un terzo dei casi la causa potrebbe non essere nota. Se stai cercando di avere un figlio da un anno e la tua partner non è rimasta incinta, è meglio consultare il medico per discutere di altri test come l’analisi dello sperma utilizzando uno spermogramma.

Qualità dello sperma e fertilità maschile

Cosa costituisce uno sperma sano?

I medici cercano quattro fattori principali quando controllano la qualità dello sperma di una persona.

  • Il numero di spermatozoi: In media, ci sono tra 40 e 50 milioni di spermatozoi in un millilitro di sperma, e qualsiasi cosa al di sotto di 15 milioni per millilitro è considerata una conta spermatica bassa. Un basso numero di spermatozoi riduce le possibilità di concepimento, tuttavia finché ci sono spermatozoi, ciò non esclude la possibilità di concepimento: ne basta uno solo per fecondare l’uovo.
  • Motilità degli spermatozoi : Viene misurato esaminando il campione di sperma al microscopio per vedere quanti spermatozoi si muovono, quanto bene possono nuotare e quanti nuotano in linea retta o in cerchio. Tiene anche conto se gli spermatozoi sono raggruppati insieme o si muovono liberamente.
  • Morfologia dello sperma: Viene valutato esaminando la forma dello sperma per vedere se la testa, il corpo o la coda di ciascun gamete hanno difetti evidenti.
  • Volume dello sperma: Questa è la quantità di liquido eiaculato, che può essere un fattore nella quantità di sperma rilasciato, e dà anche un’indicazione di come funzionano le ghiandole nei testicoli.

fertilita-maschile

Consigli per migliorare la fertilità maschile

Gli andrologi, riuniti a Roma per presentare la campagna di comunicazione Androlife, hanno stilato un vademecum con una serie di consigli per aumentare la fertilità maschile che può colpire uomini anche in giovane età:

  • no al fumo e alle le droghe. Le sigarette, infatti, oltre a danneggiare l’intero sistema cardiovascolare, creano danni specifici alle arterie che portano sangue e pressione al pene concorrendo a determinare i disturbi dell’erezione. Tutte le droghe inoltre, sia leggere che pesanti, influenzano negativamente la fertilità. Gli anabolizzanti diffusi nelle palestre possono indurre la riduzione dei testicoli, scomparsa degli spermatozoi, perdita di capelli, crescita del seno e tumori al fegato.
  • Poco alcol. Danneggia sia la capacità sessuale che la fertilità. In caso di cirrosi, favorisce la trasformazione degli ormoni maschili in femminili, ostacolando la fertilità. Inoltre l’alcol agisce direttamente sulla funzione del testicolo, riducendo la produzione di testosterone e di spermatozoi.
  • Per aumentare la fertilità maschile scegliere un’alimentazione sana, tenere sotto controllo il peso e fare un’adeguata attività fisica. Evitare di assumere cibi ricchi di grassi e spezie, ridurre la quantità di caffè e the. L’obesità determina uno squilibrio ormonale con una diminuzione del principale ormone maschile, il testosterone, e un aumento degli ormoni femminili: gli estrogeni.
  • Adotta un sano comportamento sessuale. Evita i rapporti occasionali poichè potrebbero esporti al pericolo di contrarre infezioni a trasmissione sessuale (Aids, epatiti, gonorrea, sifilide) che possono compromettere lo stato di fertilità. L’utilizzo del preservativo può ridurre i fattori di rischio.
  • Osserva una corretta igiene intima. Lava almeno due volte al giorno la regione genitale abbassando completamente la pelle del prepuzio e adoperati affinchè l’igiene personale faccia parte del tuo stile di vita quotidiano.
  • Attento allo stress. È un nemico della sessualità: l’eccesso di adrenalina che ne deriva può produrre disturbi erettivi transitori.
  • No agli indumenti troppo stretti. Anche l’abbigliamento intimo ha la sua importanza, preferisci materiali naturali e capi comodi.
  • No al telefono cellulare sempre nella tasca dei pantaloni. Le radiofrequenze sembrano ridurre la motilità degli spermatozoi del 20%.
  • Esegui periodicamente l’autopalpazione dei testicoli. Con questa semplice manovra si può individuare il tumore del testicolo, neoplasia rara ma più frequente tra i 15 e 40 anni e facilmente curabile se diagnosticata precocemente. Non trascurare mai un dolore ai testicoli.
  • Dopo i 18 anni di età inizia ad aver cura della tua salute andrologica, parlando con il tuo medico di fiducia che ti saprà informare e indirizzare da uno specialista. La visita specialistica in giovane età serve ad individuare eventuali patologie pregresse capaci di ridurre la fertilità. A questa età potrebbe essere utile eseguire un esame del liquido seminale poichè l’infertilità di coppia è maschile nel 50% dei casi.

Add Comment