Elettrocoagulazione per Eliminare i Peli del viso

L’elettrocoagulazione è un trattamento medico che prevede l’utilizzo di una corrente elettrica ad alta frequenza per distruggere cellule o tessuti cutanei. Può essere utilizzata nel campo estetico per combattere le dilatazioni vascolari della rosacea e per eliminare i peli attraverso una sonda aghiforme . I risultati per quel che riguarda l’eliminazione dei peli del viso,  è definitiva, ma c’è bisogno di diversi trattamenti e varia da soggetto a soggetto.

Elettrocoagulazione per i peli del viso come funziona

Con l’elettrocoagulazione o epilazione elettrica permanente si usa una sonda che presenta dei sottilissimi aghi infilati nel follicolo pilosebaceo. Viene trasmessa una corrente elettrica ad alta frequenza che distrugge il bulbo pilifero, prevenendone la ricrescita. La distruzione avviene per elettrocoagulazione (distruzione per calore, detta anche termocoagulazione) o per elettrolisi (distruzione per reazione chimica), a seconda della natura della corrente. Alcuni dispositivi combinano elettrolisi ed elettrocoagulazione: questa è la tecnica del “blend”.

Qualunque sia l’altezza del fusto del pelo e il suo colore, l’ago viene indirizzato al bulbo se inserito nell’asse corretto. L’epilazione elettrica non dipende quindi dalla maturità o dal colore dei peli. Una corrente elettrica a bassa intensità e alta frequenza viene erogata attraverso il filamento per circa un secondo. L’ago produce quindi calore e/o elettrolisi nella parte inferiore del bulbo e distrugge le cellule, qualunque sia lo stadio di sviluppo del pelo nonché il suo colore.

elettrocoagulazione

Il trattamento è ideale per piccole aree, per peli chiari o bianchi, o per ritocchi dopo la depilazione laser o a luce pulsata. Gli aghi possono essere flessibili o rigidi, di diverse dimensioni a seconda dei peli da trattare. Possono essere “isolati” così da ridurre il rischio di scottature nell’epidermide, in superficie.

L’ elettrocoagulazione è indicata nei seguenti casi:

  • eliminazione di peli bianchi o molto chiari: infatti, la maggior parte dei laser prende di mira i pigmenti scuri che sono concentrati nei capelli. Un capello bianco non verrà quindi riscaldato dalla luce laser e non verrà distrutto.
  • peli rari o isolati, pelle abbronzata, nera o molto scura (anche se alcuni laser specifici possono essere usati per trattare questi tipi di pelle), rifinitura su peli residui dopo la depilazione laser (il più delle volte sul viso).

Diversi metodi sono usati alternativamente o in combinazione:

  • Corrente galvanica: Questo è il principio dell’elettrolisi. Il corpo umano si comporta come una soluzione elettrolitica. Il passaggio di corrente elettrica continua attraverso l’elettrodo negativo rappresentato dall’ago attira verso di sé il cloruro di sodio dei tessuti (NaCl). Questa corrente ha un’intensità da 0 a 3 mA. il cloruro di sodio si combina con gli elementi dei tessuti locali, gli acidi grassi, per formare idrossido di sodio (soda caustica). C’è evoluzione di gas idrogeno e gas di cloro. Questa soda distrugge le cellule del follicolo pilifero. I moderni dispositivi regolano automaticamente la tensione somministrata per mantenere una corrente galvanica costante. La tecnica è comunque dolorosa e lunga. Non viene prodotto calore.
  • Elettrocoagulazione ad alta frequenza: termolisi o termocoagulazione : c’è emissione di una corrente ad alta frequenza (13,56 Mhz) attraverso l’elettrodo. Questa corrente alternata attrae e respinge gli elettroni dalle molecole del tessuto in cui viene prodotta. Ciò provoca agitazione molecolare e calore intorno ai 48-50°C. A questa temperatura si ha la distruzione delle proteine del tessuto: questa è termolisi o termocoagulazione.

quanto dura un trattamento di elettrocoagulazione

Variabile in base alla zona da trattare: ci vogliono circa 20-40 minuti per il viso, ma dipende anche dalla pazienza dell’operatore e del soggetto coinvolto. Dato che bisogna avere molta precisione durante le sedute, dopo tanto tempo l’attenzione potrebbe calare. I singoli peli trattati nell’ arco della seduta variano da 50 a 300.

Ecco perchè c’è bisogno di varie sedute, circa 10-15, che si succedono tra di loro a distanza di 2-3 settimane una dall’ altra.

Prezzo di una seduta di epilazione elettrica

Il costo di una sa seduta di epilazione va dai 50 agli 80 euro per trattamento ma dipende soprattutto dalla zona da trattare, dal professionista che la esegue e dal tempo da impiegare.

Risultati elettrocoagulazione

I risultati che si ottengono sono ottimi e definitivi se il trattamento viene effettuato per un periodo abbastanza lungo (dai 12 ai 18 mesi), a causa del ciclo del capello. Il vantaggio di questa tecnica di medicina estetica è che tutte le zone del corpo possono essere trattate. Soprattutto, è possibile trattare i peli chiari, che i laser generalmente non consentono.

Effetti collaterali

il trattamento è in generale privo di rischi tuttavia possono formarsi piccole macchie di croste sull’area trattata per alcuni giorni dopo la seduta. Inoltre, le pigmentazioni post-infiammatorie possono talvolta manifestarsi nelle settimane successive, soprattutto nei soggetti dalla pelle molto scura. Sono ovviamente favoriti dall’esposizione al sole, che deve essere evitata. Queste pigmentazioni regrediscono spontaneamente il più delle volte entro pochi mesi.

Non si possono escludere i rischi di piccole cicatrici, pur rimanendo molto rari se l’operatore è molto esperto e se utilizza aghi isolati.

Controindicazioni

Ci sono poche controindicazioni a questo metodo. Tuttavia, per precauzione devono evitare l’epilazione con un ago elettrico:

  • donne in stato di gravidanza
  • portatori di pacemaker o affetti da disturbi cardiaci;
  • pazienti che assumono acido di vitamina A (tretinoina) per l’acne
  • pazienti con una malattia della pelle in evoluzione nell’area da depilare.

L’esposizione al sole è temporaneamente vietata in tutti i casi, subito dopo la seduta.

Elettrocoagulazione per la rosacea

Un esempio molto comune dell’uso dell’elettrocoagulazione in dermatologia è il trattamento della rosacea o couperose. Si tratta di un arrossamento cutaneo del viso dovuto a piccoli vasi sanguigni che si dilatano e diventano visibili. Questa dilatazione provoca arrossamenti , più spesso su guance, naso, fronte e mento. In che modo l’elettrocoagulazione può aiutare a combattere la rosacea? Grazie alla corrente elettrica prodotta dai macchinari i vasi sanguigni visibili vengono “bruciati” e si coagulano . Quindi, anche se ovviamente non curi completamente questa condizione, ne limiti lo sviluppo.

Add Comment