Punti Neri come Eliminarli

Antiestetici e anche fastidiosi, i punti neri compaiono più spesso sulle aree grasse del viso, ma anche in zone particolarmente ostiche come gli interni delle orecchie, sul seno e sulla schiena. Se rimuoverli con le unghie è una cattiva idea, possono infiammarsi, puoi eliminarli con rimedi naturali.

Cosa sono i punti neri

I punti neri si chiamano anche “Comedoni” e compaiono facilmente sulla pelle a tendenza acneica e grassa. Si trovano principalmente sulla zona T del viso (fronte, naso, mento) ma anche sulla parte superiore della schiena. Alcuni eventi possono accentuarne la presenza come la pubertà che aumenta la produzione di sebo , i cicli mestruali , una cattiva alimentazione, il consumo di alcol, tabacco, droghe, mancanza di sport, stress o anche cure e cosmetici.

Per capire l’aspetto di queste piccole masse scure che riempiono i pori della pelle e sembrano raddoppiarne le dimensioni, dobbiamo capire l’acne, di cui sono uno dei primi sintomi.

L’acne è una malattia della pelle, il più delle volte benigna, che inizia con una sovrapproduzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee. Questi si trovano intorno alla base del follicolo pilifero (una specie di piccola borsa da cui crescono i capelli). Vi versano sebo, che di per sé non è nocivo: ha un ruolo protettivo per la pelle e fa parte della composizione del film idrolipidico, questa barriera che protegge quest’ultima dalla secchezza e dai microbi.

POTREBBE INTERESSARTI : Invecchiamento precoce pelle rimedi

Tuttavia, in alcuni casi, il sebo si ispessisce, aumenta di quantità e tende ad ostruire i pori della pelle. Vediamo quindi apparire i famosi punti neri o comedoni. I punti neri non sono gravi da soli, ma possono essere antiestetici ed essere il primo passo verso le infezioni e l’infiammazione della pelle. Se sono molto sviluppati, può quindi essere opportuno cercare di rimuoverli o impedirne la formazione, ma rispettando le fondamentali norme igieniche.

Cause punti neri

Perchè si formano i punti neri? Ci sono delle cause scatenanti? Si tratta di piccoli follicoli piliferi che sono stati bloccati dai cheratinociti, una miscela di sebo e cellule morte.

Idealmente, i cheratinociti dovrebbero sfaldarsi quasi ogni giorno. Ma in caso di scarsa igiene della pelle o al momento di cambiamenti ormonali, questa desquamazione non avviene necessariamente in modo corretto.

Le nostre cellule morte si ossideranno a contatto con l’aria e bloccheranno il condotto: queste condizioni risvegliano i batteri naturalmente presenti (Propionibacterium acnes) e permettono loro di proliferare.

Il sistema immunitario poi li prende per intrusi, provocando microinfiammazioni e comparsa di comedoni . Questi punti neri possono dare origine a brufoli che danno vita ad anti estetiche pustole.

Anche se la tentazione è grande, evitiamo di schiacciarli con le dita e le unghie e adottiamo delle soluzioni piu’ efficaci.

  • Fattori ormonali : al momento della pubertà, l’aumento dei livelli ormonali, in particolare gli ormoni maschili (androgeni) stimolano la produzione di sebo. Da qui la comparsa quasi sistematica di comedoni e acne negli adolescenti (almeno l’80% di essi ne è affetto). Negli adulti, le cause possono anche essere legate a disturbi ormonali (gravidanza, menopausa, assunzione o sospensione di determinate pillole, ecc.).
  • Fattori ereditari : non tutti sono sulla stessa barca, poiché sembra che alcune famiglie siano più inclini a punti neri e acne rispetto ad altre.
  • Fattori meccanici e chimici : l’esposizione all’inquinamento atmosferico oa determinate sostanze crea condizioni favorevoli alla formazione di macchie nere. Ad esempio, le persone che lavorano vicino a derivati ​​del petrolio, olio da cucina o alcune sostanze chimiche possono avere la pelle danneggiata e i pori bloccati da queste sostanze chiamate comedogene o comedogemiche
  • Scelta di prodotti cosmetici inadatta : l’eccesso di prodotti per il trucco unti o in polvere tende ad ostruire i pori e favorire la comparsa dei punti neri.
  • Fattori dietetici : gli zuccheri e gli alimenti ad alto indice glicemico favoriscono la disponibilità di ormoni androgeni, stimolando la produzione di sebo.

Pulizia del viso per i punti neri

Una buona routine di bellezza è utile per prevenire e la formazione di punti neri ma anche per rimuoverli.

Al mattino : Detergiamo, tonifichiamo e disinfettiamo la nostra pelle con il vero idrolato di lavanda. Se necessario, applicare 1 goccia di olio essenziale di melaleuca puro  sulle imperfezioni . E abbiamo idrato con un aloe vera crema o gel o jojoba olio vegetale .

La sera : strucchiamo con olio vegetale di jojoba da utilizzare su una spugna umida e strizzata. Puliamo con molta acqua con un sapone di Aleppo delicato . E anche lì, se necessario, mettiamo una goccia pura di olio essenziale di tea tree sulle sue imperfezioni e ci idratiamo con un olio seboregolatore come l’olio vegetale di jojoba.

Una volta alla settimana : viene eseguito un bagno di vapore, chiamato anche sauna facciale. Versiamo 2 gocce di olio essenziale di tea tree in 2 litri di acqua bollente. Copri la testa con un asciugamano e mettilo sopra il contenitore per circa 10 minuti. Sotto l’effetto del calore e della traspirazione, i pori del viso si aprono e l’olio dell’albero del tè può quindi purificare la pelle.

In caso di riacutizzazione : una maschera “anti punti neri” può essere utilizzata da 1 a 3 volte a settimana durante le crisi. Mescoliamo con un cucchiaio di legno 3 cucchiai di argilla verde + 5 gocce di olio essenziale di Palmarosa + 3 gocce di olio essenziale di alloro nobile + 3 gocce di olio essenziale di rosa geranio.

Si aggiunge rosmarino verbenone hydrosol fino ad ottenere una pasta omogenea. Si applica sulle zone lese e si lascia agire per 15 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida.

punti-neri-rimedi

 

Quali sono i fattori che favoriscono la comparsa dei punti neri?

  • Fattori ormonali : al momento della pubertà, l’aumento dei livelli ormonali, in particolare gli ormoni maschili (androgeni) stimolano la produzione di sebo. Da qui la comparsa quasi sistematica di comedoni e acne negli adolescenti (almeno l’80% di essi ne è affetto). Negli adulti, le cause possono anche essere legate a disturbi ormonali (gravidanza, menopausa, assunzione o sospensione di determinate pillole, ecc.).
  • Fattori ereditari : non tutti sono sulla stessa barca, poiché sembra che alcune famiglie siano più inclini a punti neri e acne rispetto ad altre.
  • Fattori meccanici e chimici : l’esposizione all’inquinamento atmosferico oa determinate sostanze crea condizioni favorevoli alla formazione di macchie nere. Ad esempio, le persone che lavorano vicino a derivati ​​del petrolio, olio da cucina o alcune sostanze chimiche possono avere la pelle danneggiata e i pori bloccati da queste sostanze.
  • Scelta di prodotti cosmetici inadatta : l’eccesso di prodotti per il trucco unti o in polvere tende ad ostruire i pori e favorire la comparsa dei punti neri.
  • Fattori dietetici : gli zuccheri e gli alimenti ad alto indice glicemico favoriscono la disponibilità di ormoni androgeni, stimolando la produzione di sebo.

Eliminazione punti neri in modo corretto

I punti neri possono trasformarsi in brufoli o pustole. È meglio prenderti cura della tua pelle e liberare i pori il più possibile.

Quello che è certo è che cercare di debellare i punti neri premendo la pelle tra le unghie alla minima occasione è l’ultima cosa da fare. I batteri presenti sotto le unghie e quelli che si trovano nei pori già infetti saranno felici di diffondersi su tutta la pelle. In particolare nelle micro lesioni dovute a graffi e pizzicamenti della pelle, da qui l’amplificazione del problema.

  • L’aspiratore meccanico per punti neri può aiutarti a estrarli senza schiacciare la pelle tra le dita. Il processo sarà reso più facile se prima cerchi di aprire i pori esponendo la pelle a vapore  (esposizione del viso su una ciotola di vapore). Quindi fare una buona pulizia della pelle per prevenire la proliferazione batterica.
  • Le maschere con argilla o carbone attivo sono molto efficaci. Man mano che si asciugano, questi materiali si restringono e attraggono alcuni dei comedoni, questo effetto viene potenziato dalle loro proprietà di adsorbimento.
  • Il cerotto anti-punti neri ha lo stesso effetto: spesso destinato ad essere applicato sul naso, aderisce ai punti neri e li porta con sé quando viene estratto. Tuttavia, dovrebbe essere evitato per la pelle che è piuttosto fragile, sensibile o tendente al desquamazione.
  • dermatologi offrono sessioni di pulizia della pelle che iniziano con la pulizia con acido, quindi rimuovono i punti neri con un mini bisturi. Questi specialisti possono anche ridurre le cicatrici da acne con il laser

Pulizia punti neri fai da te

Molte ricette naturali o fai da te hanno proprietà purificanti e igienizzanti. Tra questi, ecco alcune stelle riconosciute che possono essere utilizzate su tutte le pelli con imperfezioni, così come quelle di adolescenti, donne o uomini (con barba o meno). Ecco alcuni suggerimenti da sapere, facili da applicare (concedere circa dieci minuti per ciascuno). Puoi dedicarti ad esso una o due volte a settimana.

Bicarbonato di sodio: mescolare con un cucchiaino d’acqua per creare una pasta da lasciare riposare sulla pelle dove ci sono i punti neri

Limone: questo ottimo disinfettante può essere utilizzato da solo (sotto forma di succo da mettere su un batuffolo di cotone o un vecchio spazzolino da denti) o miscelato con l’albume (che restringe i pori). Immergi l’area interessata.

Sale :da mescolare con un filo d’olio d’oliva per creare un peeling naturale.

Argilla verde o bianca: un cucchiaino da mescolare con un cucchiaio di yogurt con succo di limone. Se lo desideri, puoi aggiungere due gocce di olio essenziale di citrus limon. Applicare la pasta risultante sulla zona interessata.

Patata o pomodoro: passare una fetta di patata o pomodoro (a seconda della stagione) direttamente sui punti neri. Non farlo in prevenzione, non funziona.

Dentifricio al mentolo: mescolare con un cucchiaino di sale o bicarbonato di sodio (per esfoliare) e un po ‘d’acqua (per creare una consistenza pastosa). Mettere sulla pelle pulita per qualche minuto mentre il composto si asciuga.

Nota: assicurati di usare gesti molto delicati durante il risciacquo in modo da non eccitare eccessivamente le ghiandole sebacee che produrrebbero quindi ancora più sebo. I nostri consigli? Dopo il tempo di esposizione, sciacquare con acqua tiepida e tamponare delicatamente per asciugare. Applicare queste ricette di maschera e detergente solo sulle zone interessate dalla presenza di punti neri. Non c’è bisogno di versare sul resto del viso.

Add Comment